1. Riva Grumula o Grumola o Grumulla
    Nome ottocentesco di etimo incerto con varie indicazioni da parte degli studiosi:

    • Ireneo della Croce, Grande mula per le vicinanza dei pascoli
    • P. Kandler, groma o gruma dal latino, misura campestre
    • E. Generini, grumulus, monticello
    • G. Lettich, grumus, gruma, piccola altura
    • termine non identificato indicante un basso fondale con un naturale accumulo di detriti
  2. Via Ottaviano Augusto da Riva Grumula a Molo Fratelli Bandiera, istituita nel 1905 con l’interramento del mare prospiciente il Lazzaretto Vecchio. Il nome fu scelto in onore dell’imperatore che nel 33 a. C. ricostruì le mura cittadine
  3. Riva Tommaso Gulli da Piazza Venezia a via dei Burlo, istituita nel 1932, ricorda il capitano di corvetta eroe della Prima guerra mondiale
  4. Riva Nazario Sauro da via A. Boccardi a piazza Venezia dal 1918 ricorda il capitano marittimo medaglia d’oro al v.m.
  5. Riva dei pescatori o Riva Tegethoff dal 1915 al 1918
  6. Riva del Mandracchio (mandrakion dal greco piccolo recinto) da Piazza Unità d’Italia a Riva Nazario Sauro, il toponimo deriva dal nome dell’antico porto di Trieste, interrato nel 1863 e corrispondente alla metà, lato mare, della piazza Unità. Dal 1865 si inizia a costruire la riva a cui viene dato il nome nel 1883.
  7. Riva 3 novembre da Molo Audace al Canal Grande dal 1918, già Riva Carciotti

 

Si contano 11 moli:

  1. Molo Teresiano o di Santa Teresa dietro al Lazzaretto Vecchio
  2. Molo Borland, molo del carbone
  3. Molo Bruna in Sacchetta
  4. Molo Piero Cote usato per lo scarico massi
  5. Molo Sartorio con casino dell’i.r. Guardia di finanza, costruito da Pietro Sartorio nel 1847 sui fondi di proprietà della famiglia
  6. Molo dei pescatori costruito dal 1905 -1906, dal 1914 Molo della Pescheria
  7. Molo giuseppino, dal 1919 Molo Venezia
  8. Molo del vino
  9. Molo della sanità, 1872 occupato dal Casino della sanità detto Molo della Porporella, dal 1909 Molo della sanità, dal 1923 Molo Bersaglieri
  10. Molo san Carlo, dal 1922 Molo Audace
  11. Molo del sale, oggi Capitaneria di porto, interrato sino al molo del macello detto Klutsch