Leopoldo Alinari (1832-1865) inizia a lavorare presso i calcografi Giuseppe e Luigi Bardi, nel 1854 si crea la società anche con i fratelli Leopoldo, Romualdo (1830-1890) e Giuseppe (1836-1890) che da questo momento timbrerà le fotografie “Fratelli Alinari Fotografi, Firenze, presso Luigi Bardi). Inizialmente si dedicano alle vedute di monumenti e panorami delle città toscane per poi estendersi alle città italiane. Dopo la morte di Leopoldo, il figlio Vittorio (1859-1932) espande l’azienda, realizza edizioni artistiche. Dal 1940 al 1961 vengono acquisiti nuovi fondi fotografici e la raccolta diviene la più importante al mondo di negativi su lastra relativa alla storie e all’arte del nostro paese. Dal 1985 vine fondato il Museo di Storia della Fotografia Fratelli Alinari. Nel 1907, i Fratelli Alinari donano ai Civici Musei alcune fotografie.

Fratelli Alinari, Canale del Ponterosso, [1898] F37

Fratelli Alinari, Canale del Ponterosso, [1898] F37