Nato a Pola il 26 gennaio 1877, italianizza negli anni ’20 il cognome in “Circoli”. Muore a Trieste il 7 febbraio 1931.
Subentra nello studio fotografico del padre nel 1899 in via Capuano 17, poi si sposta in Piazza della Borsa 11 nel 1902, al n. 12 dal 1904 al 1915,dal 1921 al 1931 lo studi è in via Udine 10.
Nel 1928 e’ registrata alla Camera di commercio di Trieste, ereditata dal padre Basilio il 30 ottobre 1899, la ditta di fotografo industriale con sede in via Udine 10.
Realizza per l’Esposizione Adriatica di Vienna del 1913 l’Album fotografico titolato “Commissione d’imboscamento del Carso-Trieste” (le fotografie sono riprodotte in: “L’imboschimento del Carso. Fotografie degli inizi del secolo tratte dall’album Commissione d’imboscamento del Carso-Trieste del fotografo Circovich”, a cura della Regione autonoma Friuli-Venezia Giulia, Direzione regionale delle foreste e dei parchi, Trieste, 1992).
Nel 1914 e’ insignito di medaglia d’oro di prima classe al merito.
La moglie di Mario, Olimpia Blasco vedova Circoli, entra in società con Ruggero Pozzar nel 1936, avviando il negozio di articoli fotografici “Foto Circoli – Pozzar” in via delle Torri 2, a Trieste e in via Valdirivo, 29 un laboratorio foto-industriale e reparto dilettanti dal 1936 al 1944.01.19.