Alla diretta radiofonica “Sconfinamenti” curata e condotta da Graziano d’Andrea, dalla sede RAI per il Friuli Venezia Giulia di Trieste, interverrà Claudia Colecchia della Fototeca dei Civici Musei di Storia ed Arte, oggi 20 novembre dalle 16 alle 16.45, per parlare della mostra Teatri di guerra, teatri di pace. Figure e memorie. Trieste 1918/1919 visitabile fino al 2 dicembre presso la Sala Selva di Palazzo Gopcevich.
La trasmissione viene diffusa in onda media dai ripetitori di Venezia 1 sulla frequenza di 936 Khz e copre tutto il bacino dell’Alto Adriatico.

La mostra, ideata e realizzata dai Civici Musei di Storia ed Arte, con la direzione di Laura Carlini Fanfogna, direttrice del Servizio Musei e Biblioteche, a cura di Stefano Bianchi, Claudia Colecchia, Antonella Cosenzi, Lorenza Resciniti, con la collaborazione di Michela Messina, Gabriella Norio e Cristina Zacchigna ricorda l’ingresso di Trieste in Italia, attingendo alle ricche collezioni delle sue istituzioni culturali: la Biblioteca e la Fototeca dei Civici Musei di Storia ed Arte, il Civico Museo di Storia Patria, il Civico Museo del Risorgimento, il Civico Museo Teatrale “Carlo Schmidl”, il Civico Museo Sartorio, il Civico Museo d’Arte Orientale, la Biblioteca Civica “Attilio Hortis”.La mostra consolida il comune intento di valorizzare e far conoscere il patrimonio posseduto, attraverso l’esposizione di manifesti, fotografie, disegni, documenti, testi letterari, giornali, opere d’arte.
Manufatti che consentono di narrare la città, i suoi teatri, le donne e gli uomini nel periodo che immediatamente precede e segue la fine della Prima guerra mondiale.

La mostra Teatri di guerra, teatri di pace è aperta, con ingresso libero, dal martedì a domenica dalle ore 10 alle ore 17, presso la Sala Selva di Palazzo Gopcevich, in via Rossini 4, a Trieste.