È in calendario mercoledì 4 novembre, alle ore 17.30, presso la Sala Bobi Bazlen al piano terra di Palazzo Gopcevich (via Rossini 4), l’ultima tappa di PASSAGGIO IN INDIA, il percorso in suoni e immagini proposto dai Civici Musei di Storia ed Arte a partire dalle proprie collezioni.

Dopo la conferenza dedicata alla Serie “India” del Fondo USIS della Fototeca dei Civici Musei di Storia ed Arte e la conferenza concerto dedicata agli strumenti musicali indiani del Civico Museo Teatrale “Carlo Schmidl”, sarà il professor Luciano De Giusti, docente di Storia del cinema presso l’Università di Trieste e autore di diversi saggi riguardanti la settima arte, a presentare, nella ricorrenza del 40 anniversario della scomparsa di Pier Paolo Pasolini, il filmato “Appunti per un film sull’India”, realizzato dal regista nel 1968.
Il documentario, della durata di 34 minuti, venne girato tra Bombay, Nuova Delhi, l’Uttar Pradesh e il Rajasthan, nel dicembre del 1967 per conto della rubrica Tv7 del Telegiornale del primo canale della RAI. Fu presentato l’anno seguente alla Mostra del Cinema di Venezia, assieme al film “Teorema”.

L’intento di Pasolini, nel riprendere con la cinepresa in spalla gente comune e dialogando con alcuni intellettuali indiani, non era soltanto quello di realizzare un documentario, ma anche di verificare la propria concezione poetica per un film sull’argomento e ricercare i personaggi che avrebbero interpretato l’episodio. Pasolini presenta a persone di ogni estrazione sociale la propria idea di realizzazione della storia del marajà: di tali persone egli ascolta e registra le opinioni, i commenti, i suggerimenti; e coglie, sui volti vecchi e giovani di coloro che incontra, e nei gesti, nei sorrisi puri, nei quali traspare una grande quiete interiore, una incredibile ricchezza di espressioni.
Nel filmato sono numerose le immagini di povertà e di morte: sulle riprese di un corteo funebre e di una cremazione il film si conclude con le parole di Pasolini: “Un occidentale che va in India ha tutto, ma non dà niente. L’India, invece, non ha nulla, in realtà dà tutto”.

La presentazione del prof. Luciano De Giusti sarà arricchita da alcune immagini del regista a Trieste, tratte dai diversi fondi conservati nella Fototeca dei Civici Musei di Storia ed Arte. L’ingresso alla manifestazione è libero, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Comts/RF